Le società benefit: il modello etico del fare impresa

In un contesto in cui le aziende pongono sempre più attenzione verso le pratiche di Responsabilità Sociale e i consumatori considerano questi aspetti nelle loro decisioni di acquisto, un nuovo modello di impresa si è fatto spazio: la Società Benefit.

La SB è una forma giuridica d’impresa, nata negli Stati Uniti nel 2010.

Nel nostro Paese è stata introdotta nell’ordinamento giuridico con la Legge di stabilità per l’anno 2016, art. 1, commi da 376 a 384 (legge 28 dicembre 2015, n.208).

Questo strumento giuridico è stato voluto fortemente  dal firmatario della legge, on. Mauro Del Barba nella convinzione che il For Benefit e la sostenibilità non siano più un’alternativa, ma un nuovo modo di fare impresa.

L’Italia è infatti il primo paese, al di fuori degli USA, ad aver abbracciato l’introduzione di questa forma societaria che modifica lo statuto delle imprese mettendo “nero su bianco” i loro obiettivi sociali e ambientali.

 

Ma quali sono le caratteristiche di una società benefit?

Le Società Benefit (SB) rappresentano un’evoluzione del concetto di azienda. Mentre le società tradizionali operano con l’unico scopo di distribuire utili agli azionisti, le società benefit sono espressione di un paradigma più evoluto: integrano nel proprio oggetto sociale, oltre agli obiettivi di profitto, lo scopo di avere un impatto positivo sulla società e sull’ambiente.

Tra le specifiche finalità di Beneficio Comune:

  • fornitura di beni o servizi a per cittadini a basso reddito / individui o comunità svantaggiate;
  • protezione o ripristino dell’ambiente;
  • miglioramento della salute umana;
  • promozione di arti, scienze o avanzamento delle conoscenze;
  • aumento dei flussi di capitale verso soggetti che creano un Beneficio Comune (investimenti a impatto).

 

La differenza tra una Benefit Corporation e una non profit

Un’organizzazione non profit esiste solo allo scopo di generare un beneficio per la società e non distribuisce dividendi. In realtà la non profit genera dei costi per i contribuenti dato il suo status di esenzione o agevolazione fiscale. Una Società Benefit è di proprietà di azionisti e prevede di generare e distribuire dei profitti. Una Società Benefit non può rivendicare lo status di esenzione o ricevere agevolazioni fiscali.

 

Gli obblighi delle SB

La legge italiana prevede degli obblighi ulteriori che le società benefit devono osservare rispetto alle società “ordinarie”.

Innanzitutto è previsto che la finalità “benefit” sia espressamente indicata nello Statuto della società.
Questo comporta che la finalità stessa può essere modificata seguendo gli stessi vincoli (stringenti) dei patti sociali. In secondo luogo è obbligatorio che siano indicati, sempre nello Statuto, i soggetti responsabili per il perseguimento e raggiungimento degli scopi “benefit”. Ciò comporta che questi soggetti, sono sottoposti alla stessa responsabilità prevista per gli amministratori della società.

Inoltre è stato previsto anche l’obbligo di compilare una relazione annuale – da presentare in concomitanza del risultato d’esercizio – che deve contenere: il raggiungimento del “famoso” beneficio comune, i dati “storici”, gli obiettivi concretamente fissati e le azioni poste in essere per il raggiungimento di quanto prefissato.

 

“Benefit Corporation / Società Benefit” e “B Corp®” sono la stessa cosa?

Le Benefit Corporation sono spesso indicate come “B Corp®”, ma è importante fare una distinzione tra una “Società Benefit” e una “B Corp®”, che deve essere Certificata da B Lab.

Una “Benefit Corporation” esiste secondo il diritto di un certo paese più o meno come qualsiasi altra società. Una “B Corp® Certificata” è una società che è stata certificata dalla organizzazione non profit B Lab, soddisfa rigorosi standard di scopo, responsabilità e trasparenza e deve raggiungere gli obiettivi di performance determinati da B Lab e misurati attraverso lo standard internazionale B Impact Assessment, già adottato da oltre 40.000 aziende. Una società non ha bisogno di essere certificata da B Lab per essere una Società Benefit. In Italia le B Corp® certificate sono tenute entro alcuni (2-3) anni dalla certificazione a trasformarsi in Società Benefit per mantenere la certificazione stessa.

 

Qual è il principale beneficio per una SB in termini di comunicazione secondo noi di Goodcom?

Dal punto di vista della comunicazione esterna, è stato previsto che la dicitura “società benefit” possa essere posta a latere della denominazione sociale.

A livello di marketing, comunicare  che l’azienda è benefit, che opera in modo sostenibile e che si impegna concretamente per la massimizzazione del benessere di collaboratori e della comunità circostante può essere un elemento di differenziazione sul mercato e un elemento  attrattivo non solo per le nuove generazioni, che hanno una maggiore sensibilità per la qualità intrinseca del lavoro, ma anche rispetto ai consumatori sempre più attenti ai valori del brand e alla sua etica.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su